Ciao Dio

dio

Ciao Dio.
Avrei quattro o cinque cose da dirti
Però mi piacerebbe guardarti nell’occhio.
Spero che tu, quando verrai di nuovo sulla Terra
Abbia qualche minuto per me.
La regina delle domande te la faranno tutti
Ed è: Perché?
Forse la risposta è che ci saranno nell’universo
Infiniti mondi a noi sconosciuti
E tu sei solo a doverti occupare di tutto.
Mai che Buddha, Allah, Manitù facciano qualcosa,
al solito siamo!
Eppure sappi che il tuo enorme talento
Io non lo disconosco.
Uno che ha fatto i canyon,
i fondali marini,
gli occhi azzurri,
le foreste e le cascate,
Totti,
le tette di Eleonora Peretti,
non può che essere un Dio.
E proprio per questo, cazzo,
perdona il tono,
avresti potuto inventare un sacco di altre cose
utili a vivere meglio.
Dal momento che accade
Che si muore giovani, anche,
(hai preso Roberto a 36 anni,
Gaia a 26, Sandra a 56, Luigi a 49),
avresti potuto inventare qualcosa
per non fare soffrire i genitori.
Non manca a te la fantasia,
come quando hai inventato la giraffa.
Chi ci avrebbe pensato mai ad un animale
Con un collo così inutilmente eccessivo?
Lo so, caro Dio, molti dei mali del nostro tempo
Li abbiamo inventati noi.
Gli incidenti stradali, la Red Bull, i cinepanettoni,
la Fiat multipla, Andelkovic, Moccia,
la trattativa stato mafia, il parmigiano sulle vongole,
le scarpe ballerine, Il giornale di Sallusti,
il cerchietto, il caffè corretto, il ponte sullo stretto,
non sono colpa tua.
Però i sette peccati capitali,
le virtù teologali,
le ingiustizie mondiali,
Mi manchi, di Fausto Leali,
sono a carico tuo.
Non è chiaro come funziona questa cosa
Delle punizioni, delle malattie, delle morti.
È ormai acclarato
Che nulla ha a che fare
Con il merito, con le buona azioni,
con i fioretti.
Neppure i tuoi rappresentanti in terra
Mi sembra ne sappiano di più.
L’altro anno, al funerale di Patrizia
Il prete continuava a ripetere
che avremmo dovuto
essere contenti
per Patrizia.
Che il suo era un premio, che era passata a miglior vita
Che Tu l’avevi scelta e chiamata a te.
Potevi scegliere un prete pedofilo,
un criminale di guerra, un mafioso,
invece hai scelto Patrizia.
C’è tanto da discutere, Dio.
Non sarò prevenuto, se riuscirai a convincermi
Che questo è il sistema migliore,
te ne darò atto.
Fino ad allora sto nel dubbio,
mi consentirai.
Ciao Dio, non scegliermi ancora per un po’,
te ne sarei grato.

Annunci

3 thoughts on “Ciao Dio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...